1. Home
  2. /
  3. Blog
  4. /
  5. Patologie
  6. /
  7. Ritenzione Idrica: cos’è,...

RITENZIONE IDRICA: COS’È?

Si parla di ritenzione idrica quando i reni non riescono ad eliminare l’acqua in maniera corretta e adeguata, di conseguenza una parte del liquido si accumula concentrandosi principalmente nelle gambe e nei piedi per via della forza di gravità che porta tutto verso il basso.

Si tratta quindi di un vero e proprio problema funzionale che consiste principalmente in una non corretta eliminazione dei liquidi dai tessuti.

La ritenzione idrica può essere generalizzata, quando interessa tutti i tessuti del corpo, oppure localizzata quando appunto si trova su una specifica parte del corpo.

Questo liquido, che ristagna all’interno dei tessuti, può diventare un problema in quanto l’obbiettivo principale dei liquidi, che scorrono in tutto il corpo, è proprio quello di eliminare tossine e cataboliti che possono diventare pericolosi per il benessere generale dell’organismo.

RITENZIONE IDRICA: CAUSE

La ritenzione idrica può generarsi in seguito ad una variazione ormonale, prima del ciclo mestruale, durante la gravidanza oppure in caso di problemi renali o cardiaci.

Negli anni si è scoperto anche un forte collegamento fra la presenza di grasso nel corpo e la stasi linfatica: quando gli adipociti si gonfiano, in seguito ad un accumulo di grassi, comprimono i vasi linfatici, impedendo ai liquidi di circolare in maniera corretta. Questo porta alla formazione di rigonfiamento in specifici tessuti, di difetti estetici e funzionali.

Secondo la naturopatia le tossine intestinali favoriscono la ritenzione idrica, effettuare un buon drenaggio emuntoriale, assieme ad un ciclo di idroterapia del colon, risulta molto utile.

RITENZIONE IDRICA: SIGNIFICATO SIMBOLICO PROFONDO

La ritenzione idrica si manifesta in soggetti che si sentono incapaci di evolvere, che vorrebbero cambiare lavoro ma non hanno i mezzi o la preparazione necessaria per fare questo passo. 

Questi limiti possono anche essere imposti da terzi, dall’ambiente che li circonda o dalla mancanza di tempo. 

A fine giornata possono avere le gambe gonfie perché non riescono ancora a smettere di pensare a tutto ciò che ancora gli rimane da fare.

RITENZIONE IDRICA: RIMEDI

Alimentazione

Nella maggior parte dei casi è sufficiente assumere uno stile di vita sano, dato da una corretta alimentazione e ad una moderata attività fisica per risolvere questo problema.

Si consiglia di assumere:

  • verdure a foglia verde
  • carni bianche magre (pollo, coniglio, tacchino)
  • pesce (ricco di omega 3)
  • frutta
  • acqua minerale naturale 
  • olio evo
  • riso

prediligendo sempre cotture sane come (vapore, bollite)

Mentre si raccomanda di evitare:

  • grassi animali (burro)
  • carni rosse
  • salse (maionese, ketchup)
  • sale
  • zucchero

soprattutto fritti o preparati con cotture lunghe 

Integratori naturali

Fra gli integratori nutrizionali, utili a portare beneficio in caso di Ritenzione Idrica, possiamo trovare:

  • Omega 3
  • Vitamina C
  • Vitamina E
  • Papaia fermentata
  • Estratto di tè verde
  • Complesso multivitaminico e multiminerale
  • Probiotici

Fanno parte della categoria degli integratori naturali anche gli estratti di piante, i più utili in caso di ritenzione idrica sono:

  • Tarassaco
  • Uva Ursina
  • Betulla 
  • Carciofo
  • Ginepro
  • Gramigna
  • Mais
  • Ginestra
  • Sambuco Nero
  • Rusco
  • Ciliegio
  • Solidago
  • Olmaria
  • Mirtillo Nero
  • Ribes Nero
  • Borragine
  • Sassofrasso
  • Sedano 
  • Vischio
  • Equiseto
  • Cardo Mariano
  • Ortica
  • Achillea Millefoglie

Se vogliamo agire in maniera profonda possiamo ricorrere all’uso di gemmoderivati della pianta, che rappresentano la parte più funzionale. In caso di ritenzione idrica si consiglia:

  • Betulla puscens
  • Betulla verrucosa
  • Fagus selvatica
  • Juniperus communis
  • Rubus idaeus

Oligoelementi

Fra gli oligoelementi più efficaci in caso di presenza di stasi linfatica troviamo:

  • Potassio: ha proprietà diuretiche, regolatrici delle ghiandole surrenali ed ipotensive, inoltre è una buona fonte di energia rapidamente utilizzabile dalle cellule
  • Argento: da solo ha proprietà battericide e antisettiche

Fiori di Bach

  • Mimulus: soggetti pieni di paure, timide, che non si sentono in grado di affrontare ogni situazione
  • Crab Apple: per tutte le persone che hanno bisogno di depurarsi, che si sentono sporche, per chi prova vergogna o senso di colpa. Molto utile nei periodi di digiuno e nelle cure disintossicanti

RITENZIONE IDRICA: OLI ESSENZIALI

Numerose ricerche di mercato, al giorno d’oggi, dimostrano che gli oli essenziali sono sempre più richiesti, sia per uso personale ma anche nel massaggio. 

Questo perché apportano numerosi benefici al corpo e sono estremamente bio-compatibili con esso, non alternano la flora endogena dell’intestino e possono essere usati come coadiuvanti all’interno di cure mediche. 

È necessario però fare un’accurata ricerca, al fine di trovare prodotti funzionali e sicuri, per non incombere in prodotti scadenti che possono inoltre causare danni.

Gli oli essenziali devono avere delle caratteristiche precise, ecco perché DIABASI® sceglie di produrre la sua linea di oli essenziali, nasce così DIABASI® ESSENTHIA, che vanta una collezione di 20 oli essenziali singoli, e 8 miscele uniche e pregiate, che garantiscono al massaggiatore, e ai suoi clienti, sicurezza, affidabilità e funzionalità.

Tutti i nostri oli essenziali sono puri al 100%, chemiotipizzati e possono essere utilizzati come additivi alimentari.

Di seguito riportiamo alcuni oli essenziali utili nel trattamento della ritenzione idrica:

RITENZIONE IDRICA: MASSAGGIO

Vi sono alcuni tipi di massaggio, eseguiti con modalità superficiali e lente, che apportano numerosi benefici in caso di presenza di ritenzione idrica.

Il Linfodrenaggio metodo Vodder è sicuramente il più indicato. Stimola la circolazione Linfatica, aiuta a rimuovere edemi e stasi linfatica al fine di ridurre gonfiore e senso di pesantezza.

Il massaggio Emolinfatico è ottimo per stimolare sia la circolazione Linfatica che la circolazione Sanguigna. Riduce gonfiori, senso di pesantezza, tonifica la pelle e riduce la presenza di inestetismi.

Questi sono i massaggi più utilizzati e richiesti nel caso in cui si voglia fare un lavoro specifico sulla ritenzione dei liquidi, ma non sono le uniche scelte, anche il Massaggio Californiano, il Touch Vibration Body Massage, il massaggio Thai Oil e il massaggio Ayurvedico apportano numerosi benefici.

Condividi questo articolo

Trova il Massaggiatore Professionale Diabasi® più vicino a te!

Articoli Correlati

Mal di Testa Addio: con il Massaggio

Mal di Testa Addio: con il Massaggio

Introduzione L'alleato del perfetto Massaggiatore INTRODUZIONE Il classico mal di testa è capace di metterci fuori uso per un po', davvero una cosa noiosa! Tante possono essere le cause del mal di testa; Stress Insonnia Stanchezza Tensione Muscolare Posture Scorrette...

leggi tutto

Disclaimer:

Gli articoli contenuti in questa sezione hanno puro scopo divulgativo/informativo e non intendono sostituire il parere del medico. I contenuti di cui sopra pertanto non sostituiscono le pagine ufficiali dei corsi e dei prodotti, dove, invece, sono presenti informazioni aggiornate e dettagliate.

CONTATTACI